News

Riduciamo gli sprechi: un manuale di buone pratiche per una solidarietà allargata

Riduciamo gli sprechi: un manuale di buone pratiche per una solidarietà allargata

Per migliorare la convivenza civile si possono tentare molte strade. 
Un passo è stato fatto nell'agosto 2016 quando la legge nazionale n.166 ha tracciato una linea di condotta sulla donazione e distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici con fini di solidarietà sociale e sugli sprechi alimentari.
Nel 2017 la Regione Puglia ha promulgato una legge regionale sul recupero e riutilizzo di eccedenze alimentari e farmaceutiche. Entrambe le vie provano a suggerire itinerari di comportamenti individuali e collettivi che mirano a migliorare il benessere di tutti.
Alcune associazioni insieme alle scuole, ad esperti universitari e volontari si sono impegnati nel raccogliere e presentare i lavori realizzati nel territorio, le buone pratiche e le esperienze in corso finalizzate a responsabilizzare e sensibilizzare circa gli obiettivi di bene comune.

Francesca Ursula Bitetto, ricercatrice di Sociologia dei processi culturali del dipartimento di Scienze Politiche dell'Università di Bari; Letizia Carrera, docente di Sociologia e Sociologia urbana del dipartimento Disum dell'Università di Bari; Alberto Fornasari, docente aggregato di Pedagogia sperimentale dell'Università di Bari e referente dell'Associazione RESS (Ricerche educative e Studi Sociali) per interculturalità e multimedialità; Licia Positò, presidente del Gruppo Educhiamoci alla Pace O.D.V.; Gheti Valente, segretaria Gruppo GISCEL (Gruppo di intervento e studio nel campo dell'educazione linguistica) Puglia-Bari. Insieme, questo gruppo di professionisti, ha scelto di curare un volume intitolato "Riduciamo gli sprechi. Come contrastare lo spreco alimentare e non solo", edito Progedit e promosso dall'Associazione RESS, con l'intento di mostrare come si possano incentivare modi di vivere, consumare e produrre più equi, a cui una solidarietà allargata e una nuova sensibilità ecologica possano rispondere. 

La Fondazione Vincenzo Casillo ha scelto di sostenere la pubblicazione di questo lavoro editoriale, curandone anche la prefazione, in rispondenza alla visione del lavoro e dell'impresa di Vincenzo Casillo, quali strumenti di espressione della persona, di inclusione sociale e di sviluppo del territorio. 

Questo sito utilizza i cookie

Questo sito web utilizza i cookie necessari per un’analisi del traffico del presente portale necessari al suo funzionamento e a fornire funzionalità dei social media. Se vuoi saperne di più consulta la privacy policy. Chiudendo questo banner o proseguendo in qualsiasi modo la navigazione sul sito acconsenti all’uso dei cookie. Leggi di più

ok, acconsento

FONDAZIONE VINCENZO CASILLO
Via Sant'Elia z.i.
70033 Corato | Puglia | Italy
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Cod. Fisc. 92057130723


Iscrizione Newsletter

Ho letto la privacy policy e acconsento