Logo
Stampa questa pagina

Gen C generazione changemakers: giovani promotori di cambiamento

Gen C generazione changemakers: giovani promotori di cambiamento
© Dim Hou Belgium

Ieri 23 giugno 2021 alle ore 10.30 presso il Museo Condominiale di Tor Marancia a Roma, l’Agenzia Nazionale per i Giovani e Ashoka Italia hanno presentato “Gen C: generazione changemakers”, un’iniziativa che mira a incentivare il protagonismo giovanile e a costituire una comunità di ragazze e di ragazzi che siano promotori di un cambiamento sociale.
Ha inaugurato i lavori della giornata la Ministra per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone, che ha visitato il Museo insieme ad una delegazione di giovani changemakers.
«Il progetto ‘Gen C’ permetterà a tanti giovani di confrontarsi, di fare rete e di unirsi in una grande comunità di changemakers – spiega Lucia Abbinante, direttrice dell’Agenzia Nazionale per i Giovani – Gen C mira a raccontare l’esperienza di tante ragazze e ragazzi che, oltre il Covid, stanno contribuendo a generare cambiamento attraverso il confronto e la condivisione tra pari e mettendo al servizio dei territori le proprie competenze. Abbiamo scelto di tornare in presenza, in un luogo bellissimo come Tor Marancia, che è simbolo e testimonianza di cambiamento, di innovazione sociale e di partecipazione dal basso».
L'intenzione è quella di far emergere le storie e i volti di chi, con il proprio impegno, ha dato vita a piccole e grandi avventure collettive che ogni giorno stanno trasformando le comunità.

L’iniziativa ha coinvolto numerosi partner del settore privato, delle istituzioni ed organizzazioni del terzo settore che hanno messo a disposizione le loro reti per sostenere la Generazione Changemaker. Attraverso un “Open Mic” i partner hanno raccontato la propria esperienza diretta di cambiamento sociale.
La Fondazione Vincenzo Casillo ha scelto di sostenere il progetto in qualità di partner, in quanto perfettamente in linea con i suoi obiettivi e valori, e perché i giovani siano finalmente protaogonisti del cambiamento che desiderano.

La giornata è iniziata con la visita guidata al museo diffuso del condominio di Tor Marancia, a cura della storica dell’arte Roberta Bernabei.
21 murales sono stati realizzati sugli edifici da artisti internazionali globetrotter che hanno abitato in questo luogo, creando sinergia con i residenti e lasciandosi ispirare dalle loro storie.
I membri dell’associazionismo giovanile, arrivati da tutta Italia, si sono confrontati tra di loro, con la Ministra Dadone e con le generazioni più anziane, per progettare un cambio di rotta, anche in vista dei finanziamenti del Next generation Eu.
«Tutto il Paese e tutta l’Europa contano sui giovani – prosegue Dadone –. Oggi abbiamo sentito molte associazioni giovanili che hanno progettualità molto belle sui territori e che possono essere da ispirazione per altri ragazzi. La ventata innovativa che possono portare i giovani è davvero fondamentale».

ll progetto prevede due momenti: una prima fase finalizzata a raccogliere, attraverso il coinvolgimento diretto di giovani studenti e universitari, dati e informazioni sull’innovazione e il protagonismo delle nuove generazioni in Italia, con l’obiettivo di disseminare e comunicare le loro idee di cambiamento; la seconda fase atta a prevedere la nascita e il consolidamento della comunità degli “Young Changemakers”, cioè giovani protagonisti del cambiamento sociale che saranno incoraggiati a promuovere i Programmi europei, le loro idee e le esperienze vissute, al fine di generare un effetto moltiplicatore tra pari e sul territorio.

Se sei un giovane changemaker e hai sviluppato un progetto di protagonismo giovanile, sei pronto a fare parte di #GENC ed essere protagonista del cambiamento. 
Per partecipare alla Call per Giovani Changemaker clicca qui.

casillogroup logo interno15 w